Disappeared

Disappeared

 

 

I dileguati.
Così arrivano, così spariscono. Come fossero infiammazioni, influenze, certe giornate così così. Ne ricordo i volti, le espressioni di tristezza, di gioia. Rammento occhi sazi, quando a cena nel salotto di casa, godevano del cibo ben cucinato. Sull’agenda, hai segnato i compleanni di ciascuno. Nei momenti difficili, avevano un divano a disposizione. Umani leggeri come piume e le piume non hanno ali. Poi arrivano reginette senza corona e senza castello, succedono abitudinarie sparizioni o approdano a riva i detriti di troppe versioni di sé.
Non sono mancati tristi figuri, caratteristi senza carattere, maschere Plautine e burocrati in carriera. A questa improbabile Compagnia Teatrale dedico l’immaginario cimitero di fine anno che, poco alla volta, racconterà gli sforzi di costoro per apparire altro da sé.

Lascia un commento