Scampi a go-go

Scampi a go-go

ugotognazzi-corna

Se sei mentalmente povero, questa ricetta non fa assolutamente per te. Se sei senza soldi, ma ricco di spirito e con evidenti inclinazioni orali, te ne freghi e corri a fare i necessari rifornimenti alimentari. Se sei pieno di dané, ma non ciucci a dovere la testa allo scampone, mi sa che devo proprio dirtelo: ma vaffanculo.
Ed ecco la ricettina: compra dieci scampi di dimensione considerevole dal tuo pescivendolo di fiducia, ricordandoti che quando il carapace di questi primitivi crostacei vira prepotentemente al giallo, sta dicendoti che viene da molto, molto lontano.
Prepara un brodo vegetale con carota, abbondante sedano, un paio di pomodorini e una mezza cipolla di stagione che avrai prima “scaricato” nel vino bianco; metti il tutto in un litro e mezzo d’acqua in un tegame largo e fai andare a fuoco basso per circa dieci minuti. Quando il mio tutto inizierà a sobbollire, metti sulla pentola un sopracoso pieno di buchetti per cuocere a vapore. Accomoda gli scampi sopra il bucherellato. Ricordati che devono scolare i succhi nel brodo e non altrove. Oltre a questo, avrai tagliato 4 zucchinotte a costa grossa che adagerai sopra gli scampi. Copri e lascia sudare il tutto sopra miscuglio vegetale per altri cinque minuti. Spegni, aggiungi cinque centimetri, non uno di più, di lemon grass e lascia riposare per un orribile “minutino”, come dicono le prefiche del fancazzismo. Scola il brodetto e mettilo in una ciotolona, sul fondo della quale avrai messo una punta di peperoncino verde abruzzese tritato finemente, tre capperi desalati e desolati e mezza acciuga di Monterosso sotto sale, sciacquata bene. Con una pinza da cucina, fa molto chic, adagia le zucchine nel brodo, poi immergi gli scampi uno ad uno, con grande amore. Ricordati che i poverini si sono esibiti nell’imitazione di Giovanna D’Arco solo per te. Per cui gli occhi, ti si devono inumidire. Anzi, se unalacrimuccia cade nel brodetto, meglio. Altrimenti ti mando dove ho mandato il signorotto che non ciucciava le teste.
Spargi prezzemolo tagliato grossolanamente. Servi ben caldo, senza ustionare, sei mica cinese. La ricetta è per due persone, del sesso che preferite voi, maialone.

 

 

…segue altra ricetta …

Lascia un commento