Trabajar, todos y conjuntos

Trabajar, todos y conjuntos

Quante cose diamo per scontate… Questa mattina mi sono svegliato senza turbamenti. Ho aperto gli occhi, uno alla volta, mentre svagati pensieri scorrevano in autonomia, sullo schermo sfocato del mio risveglio. Un brivido di freddo mi stava attraversando, felice; è fine luglio, nella città di Roma. Quest’anno l’alba è ancora fresca. Una gamba cade giù …

+ Read More

Del concetto di intercettare e le lucciole

Del concetto di intercettare e le lucciole

Serendipity is looking in a haystack for a needle and discovering a farmer’s daughter. (Julius Comroe Jr., 1976)   […] Ikujiro Nonaka (1991, p. 94 November-December issue of HBR) fa notare che il concetto di serendipità nell’area della innovazione è altamente riconosciuto dai manager e dalle imprese giapponesi che lo collegano anche alla capacità di …

+ Read More

42

42

  E quindi, prima che si faccia notte, in questo caldo romano di cui farei anche a meno, potessi. E volendo, cercherei una soluzione ai miei problemi contingenti. Ma credo che, se chiedessi agli Dei, la risposta sarebbe vaga e di difficile decifrazione.  Un pò come 42, la risposta di Pensiero Profondo, anche se questa …

+ Read More

Scampi a go-go

Scampi a go-go

Se sei mentalmente povero, questa ricetta non fa assolutamente per te. Se sei senza soldi, ma ricco di spirito e con evidenti inclinazioni orali, te ne freghi e corri a fare i necessari rifornimenti alimentari. Se sei pieno di dané, ma non ciucci a dovere la testa allo scampone, mi sa che devo proprio dirtelo: …

+ Read More

La Grazia e L’Arte

La Grazia e L’Arte

      Dalla finestra del suo ufficio, papà vedeva il Palazzo della Questura. Le alte colonne dei portici dell’edificio, erano scure di smog. Sul bordo esterno dell’abaco si posavano i piccioni; uccelli di città, coriacei e inutili, tanto quanto il guano che producono. A papà piaceva sparare. Nell’armadio, tra pratiche e progetti, aveva una …

+ Read More

Salvemini, Salviamoci, Salvini

Salvemini, Salviamoci, Salvini

  Un incessante flusso di poche parole […smielate, violente, ovvie, banali, retoriche, rabbiose, sentimentalistiche, ridondanti, abusate, svuotate, monche…] devasta il quotidiano, in finite permutazioni: le parole riflettori. Come un virus, […obnubilatore, interruttore, oscuratore, eclissatore, anestetizzante, limitante, predatore…] invade i vocabolari e impedisce la peripezia delle parole, delle quali oscura il senso, trasformandole in armi che …

+ Read More

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: